L’impegno di tutti, per viaggiare sereni

L’impegno di tutti, per viaggiare sereni

Con l’avvio della fase 2 dell’emergenza sanitaria, anche AMT ha adeguato il proprio servizio rimodulando le corse di bus, metropolitana e impianti verticali in base alle nuove affluenze registrate.

Ci sono nuove regole di comportamento da rispettare a beneficio della propria salute e di quella degli altri.

 

Nuovi comportamenti

Per tutelare la propria salute e quella degli altri, è fondamentale la collaborazione di tutti i passeggeri del trasporto pubblico.

È obbligatorio indossare la mascherina, coprendo naso e bocca.

Il rispetto delle distanze interpersonali è molto importante e deve essere oggetto di massima attenzione, su tutta la rete e alle fermate.

Utilizza solo i sedili consentiti.

In particolare è necessario prestare attenzione all’utilizzo delle porte. Accediamo in modo ordinato e composto alla porta posteriore destinata alla salita e utilizziamo quelle centrali per la discesa.

Osservare e rispettare la segnaletica informativa e di gestione dei flussi, sia in superficie che in metropolitana e negli impianti verticali.

Prima di salire a bordo, raccomandiamo di disinfettare le mani per mantenere l’efficacia delle sanificazioni effettuate ogni giorno, su tutta la rete, con prodotti specifici che garantiscono benefici prolungati.

 

Viaggiare in bus

La necessità di rispettare le distanze ha un impatto notevolissimo sui tempi e i modi di viaggiare, nonostante la rimodulazione del servizio.

I tempi di viaggio potrebbero aumentare ed è necessario programmare gli spostamenti tenendo conto di questa nuova realtà. L’APP AMT è un valido aiuto per conoscere i transiti in tempo reale e recarsi alla fermata solo a ridosso dell’arrivo dell’autobus.

Potrebbe anche essere necessario non salire sul primo mezzo in transito ma attendere quello successivo, in caso di difficoltà a mantenere le distanze interpersonali. L’Azienda tuttavia monitora costantemente l’affluenza su tutta la rete e, allertata dall’autista, può intervenire tramite il Centro Operativo e modificare il servizio rapidamente, per risolvere la criticità.

In attesa alle fermate (rispettando la distanza interpersonale)  e nelle stazioni, in salita e discesa e a bordo dei mezzi, nuove modalità di comportamento entrano a far parte della nostra quotidianità fino a diventare un’abitudine.

La salita avviene dalla porta posteriore e la discesa dalle porte centrali.

Nelle vetture più piccole, destinate principalmente alle linee collinari, l’unica porta attiva è quella posteriore e l’accesso deve avvenire solo dopo aver fatto scendere i passeggeri, prestando attenzione alle distanze.

Per rispettare il distanziamento a garanzia della continuità del servizio, sui bus l’area di guida è stata delimitata, non è consentito parlare con il conducente e non è possibile l’accesso dalla porta anteriore.

Il rispetto delle porte è fondamentale per gestire al meglio i flussi.

 

Viaggiare in metro e sugli impianti verticali

All’interno della linea metropolitana e sugli impianti verticali i flussi dei passeggeri sono disciplinati in modo diverso rispetto alla fase precedente l’emergenza sanitaria.

Le nuove disposizioni garantiscono spostamenti più ordinati e limitano gli incroci di persone con direzioni diverse. Dove possibile, gli accessi che prima erano promiscui, sono stati destinati esclusivamente all’entrata o all’uscita dei passeggeri.

Alcuni accessi della metro sono stati chiusi, per evitare la sovrapposizione di flussi contrari.

Di seguito il dettaglio delle chiusure:

Stazione metro Brignole:  l’ingresso alla stazione metro avviene solo da piazza Raggi , mentre l’uscita avviene  solo in via Canevari. A seguito della chiusura da parte di Trenitalia dei tunnel interni, per accedere ai treni è necessario recarsi all’ingresso di piazza Verdi; da via Canevari, i passeggeri possono pertanto utilizzare il tunnel pedonale di piazza Raggi o usufruire dei bus in transito sulla fermata attigua all’uscita della Metro. I passeggeri in arrivo con Trenitalia possono accedere alla Metro attraverso il tunnel di ponente e raggiungere l’entrata di Piazza Raggi.

Stazione Dinegro: è chiuso un ingresso lato mare (direzione levante). Restano aperti l’ingresso lato mare/ponente (in corrispondenza dell’ascensore) e lato monte (piazza Dinegro).

Durante gli spostamenti in metropolitana e negli impianti verticali è necessario mantenere la destra e seguire le disposizioni indicate nei pannelli informativi; le indicazioni a terra segnano lo spostamento verso la banchina di accesso ai treni o di uscita dalla stazione.

In molte zone di possibile incrocio, il percorso destinato allo spostamento dei passeggeri in entrata e uscita è delimitato da una linea gialla di suddivisione. È importante rispettare tale demarcazione, per evitare l’incrocio dei due flussi opposti.

Per lo stesso motivo, è fondamentare attendere in modo ordinato la discesa dei passeggeri in arrivo prima di procedere all’entrata in vettura, prestando attenzione alle distanze interpersonali e alla segnaletica sul pavimento.

Si richiede la massima collaborazione nel rispettare le indicazioni e le disposizioni impartite dai conduttori di impianto, dal personale AMT e dagli annunci sonori.

 

Maggiore pulizia

Abbiamo adottato nuovi e più efficaci sistemi di sanificazione dei nostri mezzi ed abbiamo ulteriormente intensificato le pulizie ed aumentato la frequenza degli interventi.

AMT ha introdotto una nuova modalità di sanificazione che prevede l’impiego di atomizzatori che nebulizzano perossido di idrogeno. Questa attività viene svolta da operatori specializzati e permette di intervenire in maniera ancora più efficace sui mezzi, sanificando tutti gli spazi interni delle vetture, comprese le strutture di appoggio, mancorrenti e sedili.

Guarda il video:

https://www.youtube.com/watch?v=Y2W2KAFjrjM&t=8s

 

Fare il biglietto e ricaricare l’abbonamento

I biglietti e tutti gli abbonamenti possono essere acquistati facilmente:

  • tramite APP AMT: pagamento con carte di credito e Google Pay, anche il biglietto singolo
  • tramite le emettitrici presenti sul territorio e le cinque nuove emettitrici smart sul territorio (ospedale Gaslini, stazione metropolitana di Darsena, San Giorgio e Sarzano) permettono di ricaricare gli abbonamenti su CityPass, anche agevolati e acquistare i biglietti cartacei, pagando esclusivamente con bancomat e carte di credito
  • tramite il sito AMT
  • via sms al 4850209: con credito telefonico, purchè il gestore telefonico sia Wind, Tre, Tim e Vodafone

 

I titoli di viaggio si possono inoltre acquistare presso le biglietterie AMT  mentre negli Uffici Postali e gli spazi Iren  è possibile rinnovare gli abbonamento annuali e mensili. Una rete di rivenditori autorizzati che espongono il logo AMT distribuiscono i principali biglietti cartacei.

 

Tessere agevolate

Le agevolazioni scadute o in scadenza a partire dal 1° febbraio 2020 sono prorogate per questo periodo di emergenza sanitaria.  Con questa disposizione i titolari di abbonamenti agevolati potranno rinnovarli fino alla data indicata anche senza presentare la consueta documentazione, compreso l’ISEE oggi difficoltoso da ottenere a causa della chiusura di numerosi CAF sul territorio. Si precisa che questa misura non modifica la durata degli abbonamenti che conservano la loro naturale scadenza.

È inoltre possibile acquistare/rinnovare gli abbonamenti agevolati da questo sito sito

Per qualsiasi informazione il nostro Servizio Clienti  è a disposizione al numero 848 000 030 oppure 010 5582414, dal lunedì al venerdì dalle 8.15 alle 16.30 o via mail servizioclienti@amt.genova.it

La responsabilità individuale è fondamentale, aiutaci a viaggiare meglio

Ti ringraziamo per la collaborazione.

 

Le raccomandazioni del Ministero della Salute