Bus elettrici acquistati grazie al “Patto per la città di Genova”

Nell’ambito del rinnovamento della flotta, AMT ha introdotto i primi mezzi elettrici sulle proprie linee bus; un primo importante passo verso l’elettrificazione del trasporto pubblico genovese.

I dieci bus elettrici Rampini sono stati acquistati grazie al finanziamento di 5.000.000 di euro del “Patto per la città di Genova”.

Il finanziamento ha consentito anche la realizzazione, attualmente in corso d’opera, di una parte dell’impianto per la ricarica dei mezzi elettrici alla rimessa Mangini di AMT che diventerà il primo polo elettrico del tpl a Genova.

Attualmente sono cinque i mezzi già arrivati in Azienda e svolgono servizio sulla linea 518 interna all’ospedale di San Martino e, con l’entrata in vigore dell’orario invernale a partire dal 16 settembre 2019, anche sulla linea 516 che collega via Oberdan a Sant’Ilario.

I mezzi Rampini, modello Alè EL E80, sono bus da 7,8 metri, full electric, con 45 posti totali di cui 10 a sedere; sono dotati di pianale ribassato, pedana per l’accesso delle persone in carrozzella, porta centrale scorrevole, impianto di climatizzazione e telecamere per la videosorveglianza a bordo. I veicoli sono completamenti elettrici ed hanno batterie a bordo per un totale di 180 kWh con sistema di ricarica notturna in rimessa (over night charging).